Psicologo Online Chat – Psicoterapia Online

La psicoterapia online si caratterizza per l’avvio di un lavoro tra terapeuta e paziente attraverso i mezzi informatici allo scopo di affrontare e risolvere alcuni problemi indentificati inizialmente. Il supporto psicologico online invece rappresenta una modalità supportiva non direttiva tesa non necessariamente a focalizzarsi su aspetti target ovvero su obiettivi specifici.

Psichiatra a Milano psicoterapia online
Psichiatra a Milano psicologo onine chat psicoterapia online

Offro ai miei pazienti la possibilità di essere seguiti via internet per mezzo di email, chat e videoconferenza via Skype.

Esistono, a tutela del paziente e della funzionalità della terapia, alcune precondizioni necessarie affinché un lavoro via internet possa essere avviato:

  • che il paziente sia in grado autonomamente di accedere ad internet e di utilizzare il mezzo informatico;
  • che il paziente sia consapevole delle caratteristiche del mezzo in merito alla gestione della privacy e della riservatezza dei dati;
  • che il paziente accetti un lavoro online a distanza;
  • che il paziente sia in grado di provvedere al pagamento dell’onorario regolarmente e correttamente;
  • che il paziente non sia incapace di intendere e volere e per questo sottoposto alla misura di tutele o curatela;
  • che il paziente non sia affetto da: psicosi, schizofrenia, disturbi bipolari dell’umore con sintomi psicotici, demenza, oligofrenia e ritardo mentale in genere;
  • che non sussistano pericoli di vita o minacce di autolesionismo in atto o potenziali;
  • che sia possibile incontrarsi di persona prima di avviare il percorso;

Psicoterapia Online

Nella consulenza via email il paziente descrive la propria condizione personale, di sofferenza e sintomatologica via posta elettronica e attraverso questa riceverà risposte e informazioni specifiche. Tale approccio è ideale per tutti coloro che non possno fissare appuntamenti a orari troppo rigidi o per necessità di fuso orario.

Nella consulenza via chat l’interazione è immediata e subitanea e non mediata da periodi di latenza come nella conversazione indiretta via mail. E’ l’ideale per ricevere un supporto efficace proteggendo la propria privacy.

Nella consulenza via skype ci si avvicina molto alla condizione di confronto vis-a-vis tipico della situazione psicoterapica classica. In tale approccio è necessaria una certa motivazione e capacità descrittiva si sè.

Il supporto online ha indubbi vantaggi che possono essere così riassunti:

  • Grande flessibilità permettendo al paziente di potersi sottoporre a seduta indipendentemente da dove si trovi (lavoro, vacanze, viaggi, ecc..);
  • Non giudicante e non stigmatizzante permettendo un assoluto rispetto della riservatezza e della privacy;
  • Rispetto dell’anonimato;
  • Praticamente “su misura” per esigenze, tempi e finalità;
  • Comodità indiscussa;
  • Economicità (in base anche alla formula adottata, specialmente per la modalità via email);
  • Poter matenenre i contatti praticamente sempre e anche per lunghi periodi dopo l’interruzione di un rapporto psicoterapeuta paziente classico;

Allo stesso modo tale metodica non è adeguata se sussistono una o più delle condizioni sopra elencate.

9 Comments

  • Reginaldo

    sono un uomo di 85 anni
    Il mio dott mi da Zoloft Depakin Gabapentin…
    Vorrei sapere un suo parere , dato ho molto tremore sonnolenza ecc,,

    • dr Federico Baranzini

      Gentile Sig Reginaldo
      mi è molto difficile poterle rispondere, anzi direi mi è impossibile. Non sarebbe professionale e eticamente corretto tenuto conto che non conosco la sua situazione. Mi contatti direttamente in privato o telefonicamente per poterle dare un parere.
      Cordiali saluti

  • Vittoria

    Insonna . Sovraddosaggio farmaci e rischio coma

    • dr Federico Baranzini

      Buongiorno Vittoria,
      a cosa si riferisce?

  • Marco

    Buongiorno. Premesso che non so se mi trovo nel posto giusto, ma vorrei chiedere una cosa.

    Volevo raccontarvi in breve la mia storia , 3 anni fa a 16 anni ebbi i primi segnali che mi piacevano i ragazzi. Questa cosa mi mandó in totale ansia e iniziai a cercare conferme per mandare via questo dubbio. A settembre 2016 inizió il declino , iniziai ad informarmi su terapie riparative ecc e andai completamente fuori di testa. Iniziai a praticare rituali/preghiere per tentare di scacciare la mia attrazione verso i ragazzi. Mi misi alla prova guardando foto di ragazzi e sentire se provassi attrazione. Furono mesi terribili, bui e cupi che veramente mi fecero toccare il fondo e crearono in me una strana sensazione alla testa. A Febbraio del 2017 mi accettai finalmente però purtroppo 1: è rimasto il ricordo terribile di quei mesi e 2: ho una sensazione alla testa stranissima da 3 anni.

    Sento continuamente come se ci fosse qualcosa nella mia testa che girovaga , come se avessi una sorta di peso. Non riesco nemmeno bene a spiegare questa strana sensazione ma ormai da 3 anni mi sta causando pensieri suicidi , tristezza assoluta e non mi fa più concentrare, e io ormai credo di essere arrivato al limite perché davvero non ce la faccio più e nessuno riesce a capirmi. Sono seguito da uno psicoterapeuta da 3 mesi ormai e lui dice che io è come se avessi gli occhi rivolti dentro alla mia testa e che ho solo subito tanta ansia e stress che ha provocato questo effetto e che ce l’avró per tutta la vita perché secondo lui io porto l’attenzione sulla testa e quindi sento questo. Io voglio avere una risposta chiara e definitiva perché non sto vedendo risultati e sono veramente stanco stanco stanco di svegliarmi ogni giorno con questa agonia. Davvero… è diventato tutto pesante e ho solo 18 anni e ho paura di fare tutto a causa di questa cosa. Cos’ho nella mia testa? E perché?.

  • Carlotta

    avrei bisogno di sfogarmi…

    • dr Federico Baranzini

      Prego, qui può farlo mantenendo l’anonimato

  • Vale

    Salve, vorrei chiedere un aiuto riguardo un problema che mi tormenta… sto avendo tremori e formicolii, ho molta ansia e crisi di pianto mi sento senza energia e ho sempre mal di testa, penso solo a cose brutte non so cosa mi sta succedendo ho molta paura, la notte non riesco a dormire, mi vengono anche apnee… Quando mi alzo sono stanchissima non riesco a fare nulla… Ho solo pensieri negativi tipo che sto per morire o che succeda qualcosa di brutto alla mia famiglia… Adesso per esempio ho una crisi di pianto, non riesco a capire perché mi sento così… Cosa c’è che non va… Non so cosa fare,non riesco aprlare con nessuno, mi sono chiusa in me stessa e non voglio che gli altri sappiano di questo mio problema, pensavo di riuscire a risolvre da sola ma non ce la faccio va sempre peggio… Me ne esco di casa e vado i giro senza meta solo per non farmi vedere piangere dai miei… Il fatto è che non riesco a capire come mai mi sta succedendo questo… Io sono molto forte solitamente…

    • dr Federico Baranzini

      Buongiorno Vale
      la ringrazio per avermi contattato.
      Credo che debba rivolgersi, da quello che racconta, ad un Collega per giungere ad una diagnosi chiara in quanto ho il sospetto che sia disturbata da una condizione depressiva nascente forse sottesa da un disturbo d’ansia che nel tempo le sta impedendo di attendere alle sue mansioni e compiti quotidiani.
      Vinca la sua ritrosia fatta di un eccessivo orgoglio e chieda aiuto o cerchi aiuto lei stessa. Nessuno verrà a saperlo nel rispetto della sua privacy.

  • Write a Comment