Sertralina Opinioni Forum

Sertralina Opinioni Forum

Rosa asked 1 anno ago

Buongiorno Dottore,

leggo spesso con interesse e piacere le sue risposte. Credo sia uno dei più gentili e disponibili psichiatri online.
In particolare io utilizzo da anni la Sertralina che mi ha prescritto il mio medico di base per una forma blanda di depressione che mi era comparsa dopo la nascita di mio figlio. Mi ha fatto sicuramente bene e mi ha aiutata così come andare dalla psicologa, ma ho sempre avuto paura di diventarne dipendenre  e leggere delle opinioni e dei commenti di altri pazienti su questa molecola sui vari forum e chat mi ha sempre un po' spaventata.

Le chiedo, vista la sua competenza e disponibilità, se volesse darmi un suo parere in merito. Voglio dire, che opinione ha della Sertralina?

La ringrazio di cuore,
Rosa

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 1 anno ago
Gentile Rosa,la ringrazio molto per le sue parole e per la sua affezionata partecipazione.

Le rispondo molto volentieri. La sua domanda mi permetterà di chiarire alcuni aspetti e spero possa risultare di utilità per altre persone. Aspetto che poi è alla base di questo mio FORUM.

La sertralina è il principio attivo di molti farmaci antidepressivi SSRI noti con il nome commerciale di ZOLOFT, TATIG e TRALISEN. E' una molecola attiva sulla serotonina e molto conosciuta e ampiamente utilizzata nel trattamento di diverse condizioni psichiatriche, dallo stress alla depressione passando dai disturbi d'ansia compresa l'ansia sociale e la fobia sociale . E' molto utilizzata nei pazienti adulti quanto nei minori. Le opinioni sul suo utilizzo variano, ma molti pazienti hanno trovato sollievo dai loro sintomi grazie a questo medicinale. Le esperienze con la sertralina possono variare notevolmente da persona a persona e le opinioni degli utenti spesso dipendono dalla risposta individuale al farmaco, dalla durata del trattamento e dagli effetti indesiderati (effetti collaterali).

Uno degli aspetti più discussi dell'uso della sertralina riguarda il tempo necessario affinché il farmaco agisca e mostri i suoi effetti benefici. Molti pazienti mi chiedono dopo quanto tempo agisce la sertralina e quando potranno iniziare a notare un miglioramento dei loro sintomi. In genere, il primo mese è fondamentale: la sertralina può richiedere diverse settimane per manifestare i suoi effetti terapeutici ma alcune persone possono iniziare a sentirsi meglio già dopo 7-10 giorni dal dosaggio iniziale, mentre altre potrebbero aver bisogno di più tempo per rispondere al trattamento. In media nella mia esperienza personale direi intorno alle 2 settimane. E' molto raro riscontrare un effetto immediato a poche ore dall'assunzione.

È importante tenere presente che l'esperienza con la sertralina può variare notevolmente da un individuo all'altro. Inoltre, alcune persone possono sperimentare effetti collaterali indesiderati durante il trattamento con sertralina, che possono influire sulla loro opinione riguardo al farmaco. Questo purtroppo spesso è motivo di abbandono della cura, quando spesso, il più delle volte, basterebbe attendere qualche giorno per vedere sparire gli effetti collaterali e poter così effettivamente iniziare a usufruire dei primi effetti terapeutici e quindi godere dei primi miglioramenti dell'umore.

In questi casi, le opinioni sulla sertralina potrebbero essere meno favorevoli. Se la sertralina non sembra essere efficace o se si verificano effetti collaterali significativi, è importante parlarne con il proprio medico che potrà valutare se modificare il dosaggio, cambiare il farmaco o adottare un approccio terapeutico alternativo. In particolare penso alla possibilità che compaiano nel tempo effetti quali alterazioni dell'alvo in senso diarroico, tremori agli arti o a volte effetti che riguardano la sfera sessuale (in particolare un calo dell'appetito sessuale ovvero della libido ). In questi casi il consiglio medico sul da farsi è fondamentale per ottimizzare la cura. Non mi risulta inoltre possano sussistere effetti irreversibili. 

Un aspetto importante del trattamento con sertralina riguarda la durata del trattamento stesso. Molti pazienti mi chiedono per quanto tempo dovrebbero assumere il farmaco e quali potrebbero essere le conseguenze dell'interruzione del trattamento. La durata del trattamento con sertralina varia in base alla diagnosi in primi, quindi alle esigenze individuali e alla gravità dei sintomi. In genere, le linee guida raccomandano di continuare il trattamento per almeno sei mesi dopo il raggiungimento di una risposta positiva nel caso della Depressione Maggiore, questo per ridurre il rischio di recidiva. Tuttavia, alcune persone potrebbero aver bisogno di un trattamento a lungo termine per gestire i sintomi in modo efficace e stabile come suppongo sia stato nel suo caso.

Nei forum e nelle comunità online, le persone condividono spesso le loro esperienze positive o negative con la sertralina e offrono supporto reciproco durante il trattamento. Queste recensioni dei pazienti e questi spazi possono essere utili per coloro che cercano informazioni sulle esperienze altrui, suggerimenti su come gestire gli effetti collaterali e incoraggiamento durante il processo di cura. Spesso molti riportano di aver affiancato la cura con sertralina ad una terapia psicologica e averne tratto beneficio.

È importante ricordare, una seconda volta, che le esperienze individuali possono variare e che ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un'altra.

Un capitolo particolare è rappresentato dalle donne in gravidanza o che pianificano una gravidanza che potrebbero essere particolarmente interessate a conoscere le esperienze con la sertralina durante la gravidanza. Sebbene alcuni studi abbiano suggerito che l'intervento di antidepressivi durante la gravidanza possa comportare un leggero aumento del rischio di alcune complicazioni, il trattamento della depressione e dell'ansia durante la gravidanza è fondamentale per il benessere sia della madre che del bambino quando sussistono patologie importanti che non permettono la sospensione della molecola. In questi casi è importante consultare il proprio medico psichiatra eil proprio ginecologo  per discutere i rischi e i benefici dell'uso della sertralina durante la gravidanza e per determinare la strategia di trattamento più appropriata.

Qui riporto un breve specchietto riepilogativo di quello che penso su questa molecola antidepressiva:

PRO della SertralinaCONTRO della Sertralina
Allevia i sintomi della depressione e dell'ansiaPotenziali effetti collaterali indesiderati
Migliora la qualità della vitaVariazione nella risposta individuale al farmaco
Ampia ricerca e approvazione per il trattamento di diverse condizioni psichiatricheTempo necessario per manifestare gli effetti terapeutici
Disponibile in diverse formulazioni (compresse, gocce)Necessità di monitoraggio del dosaggio e adattamenti durante il trattamento
Può essere utilizzato in combinazione con altre terapie (es. psicoterapia)Possibili interazioni farmacologiche con altri medicinali
Può ridurre i sintomi di disturbi ossessivo-compulsivi e di attacchi di panicoSospensione del trattamento può causare sintomi di rimbalzo
Adatto al trattamento a lungo termine per prevenire recidivePotenziali effetti sulla gravidanza e l'allattamento
Generalmente ben tollerato dalla maggior parte dei pazientiPossibile parziale impatto sulla sessualità e il peso corporeo


In conclusione, le opinioni sulla sertralina variano a seconda delle esperienze individuali, della risposta al trattamento e degli effetti collaterali avvertiti. Sebbene molte persone abbiano trovato sollievo dai loro sintomi grazie alla sertralina, è importante ricordare che la risposta al farmaco può variare e che è essenziale collaborare con il proprio medico per trovare il trattamento più adatto alle proprie esigenze.

Condividere le proprie esperienze e informarsi sulle esperienze altrui può offrire una prospettiva preziosa e incoraggiante durante il percorso di cura.

Un cordiale saluto e spero di poter ospitare altri suoi contributiFederico Baranzini
Giovanni replied 1 anno ago

Buona sera, ora sono 15 giorni che uso la sertralina, non sento ancora un beneficio fisico anzi ho spesso nausea diarrea e ci sono mattine che mi sveglio con ansia e depressione, sembra di vivere un’incubo… ed è già la terza cura che cambio, prima usavo paroxetina ma mi rendeva irrequieto e nervoso, stavo molto peggio. Dopo quanto smettono gli effetti collaterali? …sarei già contento, speriamo di uscire da questo incubo!!!!!

dr Federico Baranzini Staff replied 1 anno ago

Gentile Giovanni,

SERTRALINA come tutti gli SSRI necessita dalle 2 alle 6 settimane prima di iniziare a espletare la sua funzione terapeutica. Per questo la devo invitare a pazientare e, nel caso non notasse miglioramenti, a confrontarsi con il uso medico.

Circa invece gli effetti collaterali questi solitamente tendono ad affievolirsi con il tempo e a scomparire. Nella mia esperienza solo l’alterazione dell’alvo, come la diarrea, a volte prsiste o può comparire a “scoppio ritardato”.

Personalmente chiedo sempre ai miei pazienti di informarmi dopo 7 giorni sulla comparsa/scomparsa degli effetti collaterali. Spesso è utile una parola di conforto o di rassicurazione.

Mi raccomando non modifichi da sè la posologia e si confronti con il suo medico.

Cordiali saluti
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anna Maria answered 6 mesi ago

Sono molto giù,

nonostante per attacchi di panico ho cominciato ad assumere zoloft per i primi 5 giorni su consiglio dello psichiatra abbia iniziato con 25 mg,per poi passare a 50.I primi giorni ho avuto effetti collaterali e peggioramenti sull'umore.

Per circa una quindicina di giorni sono stata cosi per poi avere dei miglioramenti fino a quando il dottore ha pensato di lasciarmi 50 mg, ho assunto anche xanax fino a maggio.

I miglioramenti progressivi sono avvenuti fino a settembre inoltrato quando ho cominciato ad avvertire dapprima stanchezza che poi è passata, in seguito a diversi episodi.

Mia mamma ha una valutazione certa di Morbo di Alzaimer, ho subito la morte di un cagnolino che abbiamo avuto per dodici anni e infine ho un posto di lavoro diverso da prima ma migliore (nota positiva).

A fine ottobre inizio ad avere ansia fino a un lieve attacco di panico, fobie e ossesione, sudorazione notturne.

Contatto il dottore che mi prescrive un aumento di zoloft a 75 mg che inizio il 1 novembre.

Comincio a stare meglio per una settimana ma poi mi sento ansiosa e aumentano paura e fobia.

Mi chiedo è normale, il medico dice di si, oppure ci vuole del tempo ed ancora presto?

dr Federico Baranzini Staff replied 5 mesi ago

Gentile Anna Maria,

mi dispiace sentire che sta attraversando un periodo così difficile. È comprensibile sentirsi giù dato tutto ciò che sta affrontando tra la malattia di sua madre, la perdita del cagnolino e i cambiamenti lavorativi. Questi sono eventi stressanti che possono avere un impatto significativo sul benessere emotivo di chiunque.

Riguardo agli effetti collaterali dell’aumento di dosaggio dello Zoloft, è del tutto normale sperimentare alcune fluttuazioni dei sintomi nei primi tempi. I farmaci antidepressivi come lo Zoloft richiedono spesso alcune settimane per iniziare a produrre i loro pieni effetti benefici. È una buona notizia che abbia già notato un miglioramento, anche se temporaneo, dopo circa una settimana dall’aumento del dosaggio. Questo suggerisce che il farmaco sta iniziando a fare effetto.

Le consiglio di avere pazienza e di continuare ad assumere lo Zoloft come prescritto dal suo medico. Non è raro che nei primi 2-4 settimane dopo un cambio di dosaggio si verifichino alti e bassi prima di raggiungere una stabilità. Se i sintomi peggiorassero in modo significativo o diventassero insostenibili, non esiti a contattare nuovamente il suo terapeuta.

Nel frattempo, potrebbe essere utile fare affidamento su strategie di gestione dello stress come l’esercizio fisico, le tecniche di rilassamento e il sostegno psicologico quando possibile. Ricordi che questa è una fase transitoria e con la cura e il supporto adeguati, le cose miglioreranno.

Mi auguro possa presto sentirsi meglio.

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta