Ridurre LORAZEPAM e MIRTAZAPINA: come fare?

Ridurre LORAZEPAM e MIRTAZAPINA: come fare?

Forum Domande & RisposteCategoria: Psicofarmaci, modalità d'uso ed effettiRidurre LORAZEPAM e MIRTAZAPINA: come fare?
Riccardo asked 11 mesi ago
Buongiorno dottore,Da circa 16 anni assumo 1/4 di MIRTAZAPINA + 1g di LORAZEPAM prima di dormire, per curare un'insonnia cronica.Ultimamente la situazione è in peggioramento, ma io non vorrei aumentare le dosi, anzi, ho deciso di sospenderli gradualmente, magari sostituendoli con un altro farmaco.Il mio medico di famiglia mi ha consigliato di sostituire Lorazepam con Diazepam gocce e poi sospendere anche la Mirtazapina continuando per qualche mese con DIAZEPAM.Lei è d'accordo con questo schema?O potrebbe darmi dei suggerimenti migliori?In attesa di risposta, La ringrazio anticipatamente e La saluto cordialmente.Riccardo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 10 mesi ago

Buongiorno Riccardo,

capisco la sua preoccupazione riguardo all'uso a lungo termine di Mirtazapina e Lorazepam per l'insonnia cronica. È importante sottolineare che solo il suo medico può fare una valutazione personalizzata e consigliare il trattamento più appropriato.

Tuttavia, posso darti alcune informazioni generali che potrebbero essere utili.

1. Sostituzione del Lorazepam con Diazepam: Il Diazepam è un benzodiazepinico come il Lorazepam, ma ha una durata d'azione più lunga. La sostituzione potrebbe essere una strategia per ridurre gradualmente l'uso di benzodiazepine. Tuttavia, è importante seguire attentamente le indicazioni del tuo medico per quanto riguarda la dose e la durata del trattamento con Diazepam. Ne ho parlato in un mio post qui.

2. Sospensione graduale della Mirtazapina: La Mirtazapina è un antidepressivo che può essere utilizzato anche per trattare l'insonnia. La sospensione della Mirtazapina dovrebbe essere effettuata gradualmente per evitare sintomi di astinenza o ricadute. Con i miei pazienti sostituisco la formulazione in compresse con quella in soluzione in modo da rendere la riduzione molto graduale e sempre controllata. Il suo medico sarà in grado di guidarla su come ridurre gradualmente la dose e per quanto tempo continuare con il Diazepam.

3. Valutazione di alternative non farmacologiche: Oltre ai farmaci, ci sono anche approcci non farmacologici che potrebbero essere utili nel trattamento dell'insonnia cronica. Questi possono includere la terapia comportamentale per l'insonnia, la gestione dello stress, una corretta igiene del sonno e l'esercizio fisico regolare.

4. Monitoraggio dei sintomi e follow-up regolare: È importante monitorare attentamente i sintomi durante la sospensione dei farmaci e comunicare eventuali cambiamenti o preoccupazioni al suo medico. Un follow-up regolare vi permetterà di valutare l'efficacia del nuovo regime terapeutico e apportare eventuali modifiche necessarie.

Tenga presente che l'adeguatezza della terapia dipende dalle sue particolari condizioni e bisogni, quindi consulti sempre il tuo medico per una valutazione personalizzata.

Spero che queste informazioni le siano utili.
Cordiali saluti

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta