Psicofarmaci e aumento di peso

Psicofarmaci e aumento di peso

Livia asked 10 mesi ago

Salve,

a mia sorella, che ha 29 anni e soffre di disturbo alimentare (anoressia nervosa, evoluta in bulimia nervosa) correlato ad ansia e ciclici cali dell'umore è stata prescritta una terapia a base di LYRICA (75 mg al gg x 2) e BRINTELLIX (10 mg al gg x 2).

La sua paura, già fatta presente allo specialista che ha fatto la prescrizione, è che questi farmaci possano causare aumento di peso o gonfiori. Il medico l'ha rassicurata, ma vorremmo chiedere anche un parere terzo.

Grazie anticipatamente

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 10 mesi ago

Gentile Livia

la ringrazio per il suo contributo al forum.
In effetti il problema dell'aumento di peso rappresenta spesso un ostacolo nelle cure farmacologiche di pazienti affetti in vario modo di DCA. Il pensiero spesso si focalizza li e la paura di perdere il controllo sul proprio corpo così rigidamente tenuto sotto controllo può essere tale da arrivare a impedire di accettare una cura farmacologica.

Premesso che ogni persona reagisce ai farmaci in modo personale e non prevedibile a priori, ovvero l'unico modo per saperlo è utilizzare i farmaci, posso dire che nella mia esperienza queste due molecole che ha citato non sono tra le molecole più impattanti sul peso e la fame.

In particolare BRINTELLIX è un antidepressivo di recente messa in commercio noto e reclamato come uno dei più tollerabili e meno impattanti su diversi aspetti.

Invito sua sorella a affidarsi e fidarsi del suo medico in quanto solo il proprio medico può meglio tarare una cura sulle caratteristiche e le esigenze individuali. Una salda relazione terapeutica è il primo fattore prognostico dell'esito di una cura.

Un cordiale saluto
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta