Mancanza di libido da antidepressivi

Mancanza di libido da antidepressivi

Luca asked 1 mese ago

Buongiorno ,

Ho provato da anni vari antidepressivi ma tutti mi causano mancanza di libido anche a basse dosi .

Solo una volta mi è capitato usando la VORTIOXETINA di sentire un ritorno di libido per un paio di mesi cosa che poi è sparita e non so perché.

Ne ho cambiati tanti di antidepressivi e tutti mi danno problemi.

Esiste una terapia per tornare ad avere libido?

grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 2 settimane ago

Gentile Luca,

la mancanza di libido o disfunzione sessuale è purtroppo un effetto collaterale molto comune con l'uso di molti antidepressivi, soprattutto quelli appartenenti alle classi degli SSRI e degli SNRI. Questo è dovuto al loro meccanismo d'azione che influenza i livelli di serotonina e altri neurotrasmettitori coinvolti nel circuito del desiderio sessuale.

Tuttavia, ci sono alcune opzioni terapeutiche che possono essere prese in considerazione per cercare di ripristinare la normale funzione sessuale:

1. Aggiustamento del dosaggio dell'antidepressivo: A volte riducendo lievemente il dosaggio si può migliorare la situazione, ovviamente valutando l'efficacia sul disturbo depressivo.
2. Cambio di molecola antidepressiva: alcuni antidepressivi come il bupropione, la mirtazapina e la vortioxetina tendono ad avere un minore impatto negativo sulla sfera sessuale rispetto ad altri. Il fatto che con la vortioxetina lei abbia avuto un miglioramento temporaneo della libido è incoraggiante e le segnalo che non è detto  che il peggioramento sia imputabile necessariamente al farmaco. A volte pensare solo ai farmaci distorglie lo sguardo e l'attenzione ad altri fattori causali..
3. Terapia di integrazione: Possono essere aggiunti farmaci come il buspirone, il bupropione o il Trazodone o altri che facilitano la trasmissione dopaminergica, spesso deficitaria con gli antidepressivi.
4. Terapia psicosessuale: Un supporto psicoterapico mirato ad affrontare gli aspetti psicologici e relazionali legati alla sfera sessuale può rivelarsi molto utile.

La invito a parlarne apertamente con il suo medico curante per valutare insieme la strategia terapeutica più adatta al suo caso specifico. Con un adeguato adattamento della terapia è spesso possibile recuperare una soddisfacente funzione sessuale.

Cordiali saluti

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta