Cipralex e meteorismo: effetto collaterale?

Cipralex e meteorismo: effetto collaterale?

Forum Domande & RisposteCategoria: Psicofarmaci, modalità d'uso ed effettiCipralex e meteorismo: effetto collaterale?
Antonia asked 10 mesi ago

Buongiorno Dottore,
ho bisogno di un aiuto.

Da i primi di febbraio assumo il CIPRALEX per attacchi di panico. Lo stesso farmaco l' ho assunto 3 anni fa per 6 mesi senza effetti collaterali. Premesso che i primi 30 giorni di assunzione a febbraio sono stati faticosi, con mal di pancia etc, da marzo la situazione si è normalizzata.

A maggio abbiamo aumentato la dose da 12 a 15 e dopo una settimana ho iniziato ad avere problemi intestinali.

Una forte stitichezza ma soprattutto una quantità d'aria incredibile anche a stomaco vuoto.

Sto seguendo una terapia per la stitichezza ma il meteorismo rimane ed è davvero fastidioso. Potrebbe essere il Cipralex?

Non so più cosa devo eliminare dalla mia alimentazione, ormai non mangio più e, sfortunatamente, questo disagio sta annullando tutti gli effetti positivi del farmaco.

Ho paura che cambiando farmaco possa rivivere quei 30 giorni tremendi.

Spero in una risposta, non so più com chi devo parlare.
Grazie mille

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 9 mesi ago

Buongiorno Antonia,

grazie per avermi condiviso la sua situazione. Mi dispiace sentire delle difficoltà che sta affrontando.
Il Cipralex (escitalopram) è un farmaco SSRI noto per trattare la depressione i disturbi d'ansia, tra cui gli attacchi di panico.

Gli effetti collaterali gastrointestinali come mal di pancia, stitichezza e meteorismo possono manifestarsi, soprattutto nelle prime settimane di terapia o con un aumento del dosaggio.

È interessante che questi effetti non siano stati presenti durante la sua precedente esperienza con il farmaco, il che indica come le reazioni individuali ai farmaci possano variare nel tempo e non poco.

In effetti, gli effetti collaterali che sta riscontrando potrebbero essere dovuti all'aumento del dosaggio di Cipralex.
Alcune strategie che possono aiutare a ridurre il meteorismo includono:

Cambiamenti alimentari: Alcuni cibi possono aumentare la produzione di gas nel tuo intestino. Questi includono legumi come fagioli e lenticchie, cavoli, cipolle, broccoli, alcuni cereali integrali e bevande gassate. Non è necessario eliminare completamente questi cibi, ma potrebbe essere utile limitarli o mangiarli in piccole quantità.

Mangiare lentamente: Quando mangi troppo in fretta, può succedere che inghiotta anche dell'aria, che può contribuire al meteorismo. Prenditi il tempo per mangiare, masticare bene e non parlare mentre mangi.

Evitare di masticare gomme o succhiare caramelle: Queste azioni possono farti inghiottire più aria, che può poi portare a gas.

Esercizio fisico: L'attività fisica può aiutare a spostare i gas attraverso il tuo sistema e può ridurre il meteorismo.

Non fumare: Il fumo può far inghiottire più aria e aumentare il meteorismo.

Bere molta acqua: L'acqua aiuta la digestione e può ridurre la costipazione, che può a volte contribuire al meteorismo.

Probiotici: I probiotici possono aiutare a bilanciare le tue flora intestinale e potrebbero potenzialmente aiutare a ridurre il meteorismo. Sono disponibili come supplementi, ma si trovano anche in alimenti come lo yogurt e il kefir.

Evitare l'alcool: L'alcool può interferire con il tuo sistema digestivo e può contribuire al meteorismo.

Limitare l'assunzione di dolcificanti artificiali: Alcuni dolcificanti artificiali, come il sorbitolo, possono causare gas.

Non è necessario che elimini ulteriormente alimenti dalla sua dieta senza una consulenza specifica. È essenziale che mantenga una nutrizione adeguata.

Comprendo la sua preoccupazione riguardo al cambiamento del farmaco. Il periodo di transizione tra un farmaco e un altro può essere impegnativo. Tuttavia, il suo benessere è la priorità e, se l'escitalopram sta causando un disagio così significativo, potrebbe essere il momento di riconsiderare la sua opzione terapeutica. Ci sono altri farmaci efficaci per gli attacchi di panico che potrebbero non causare gli stessi effetti collaterali.
La sua esperienza sottolinea l'importanza di avere una comunicazione aperta con il suo medico.

Ricordi che le informazioni fornite qui non sostituiscono il consiglio del suo curante. Parli con il suo medico o con un altro professionista per discutere della sua situazione specifica.

Cordialmente,
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta