Aumento di peso da antidepressivi ”vecchi”

Aumento di peso da antidepressivi ”vecchi”

Forum Domande & RisposteCategoria: Psicofarmaci, modalità d'uso ed effettiAumento di peso da antidepressivi ”vecchi”
antonio asked 2 anni ago

Salve Dottore,

una domandina: quali fra triciclici e i-mao, come classe di antidepressivi di vecchia generazione, tende ad essere più "weight neutral"?

Buona giornata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 2 anni ago

Buongiorno Antonio,

In generale, sia gli inibitori delle monoammino ossidasi (I-MAO) sia gli antidepressivi triciclici (TCA) possono causare variazioni del peso corporeo come effetto collaterale, ma il grado di questa variazione può variare a seconda del farmaco specifico all'interno di queste classi.

Gli effetti più comuni degli antidepressivi triciclici e degli Imao cosiddetti antidepressivi di vecchia generazione, sono:

  • Aumento di peso
  • Bocca secca
  • Nausea, diarrea o costipazione
  • Mal di testa
  • Sonnolenza
  • Insonnia
  • Vertigini o stordimento
  • Scatti muscolari involontari
  • Bassa pressione sanguigna
  • Riduzione del desiderio sessuale o difficoltà a raggiungere l'orgasmo
  • Difficoltà alla minzione
  • Crampi muscolari
  • Sensazione di formicolio nella pelle (parestesia)

Gli antidepressivi triciclici, in particolare, sono noti per causare un aumento di peso in molti pazienti. Questo può essere dovuto a vari meccanismi, tra cui l'aumento dell'appetito e la ritenzione di fluidi. Alcuni triciclici, come l'amitriptilina e l'imipramina, sono particolarmente noti per questo effetto.

D'altra parte, gli I-MAO possono anch'essi portare ad un aumento di peso, anche se generalmente in misura minore rispetto ai triciclici. Tuttavia, è importante notare che gli I-MAO, come classe, sono associati a una serie di effetti collaterali e interazioni farmacologiche significative, che possono rendere la loro gestione più complessa.

Quindi, pur essendo potenzialmente più "weight neutral" rispetto ai triciclici, gli I-MAO non sono necessariamente una scelta migliore per tutti i pazienti. La scelta del farmaco antidepressivo dovrebbe essere fatta sulla base di una valutazione completa dei sintomi del paziente, della sua storia medica, della tollerabilità del farmaco e del potenziale per le interazioni farmacologiche.

Infine, è importante sottolineare che la risposta a qualsiasi farmaco può variare da individuo a individuo, e quindi è importante un monitoraggio regolare da parte di un professionista.

Se deve trattare una forma depressiva puà rivolgersi al suo medico o ad un collega per una consulenza mirata e discutere con lui le sue esigenze/timori/perplessità in particolare per quanto riguarda certi effetti collaterali.

Grazie per la domanda

Cordiali saluti
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta