Astinenza da Carbolithium/Litio è possibile?

Astinenza da Carbolithium/Litio è possibile?

Forum Domande & RisposteCategoria: Psicofarmaci, modalità d'uso ed effettiAstinenza da Carbolithium/Litio è possibile?
iryna asked 1 anno ago

Salve,

ho assunto il carbolitio che contiene litio per nove anni per la bipolarità diagnosticatami erroneamente.

Sono in astinenza da 4 mesi e ho grossi problemi fisici.

Vorrei chiedere per quanto devono durare e se sono riversibili.

Grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 1 anno ago

Gentile Iryna,

la ringrazio molto per la sua domanda in quanto mi permette di trattare un argomento non ancora discusso sulle pagine di questo forum e alquanto poco noto.

Devo notare che purtroppo nella sua testimonianza non ci dice che tipo di problemi fisici sta accusando e se ha già consultato dei medici per escludere eventuali altre cause concomitanti. Questo però non mi impedisce nel tentare una risposta.

Inizio col dire che il litio è un elemento naturale che viene utilizzato per trattare la mania nei casi di disturbo bipolare. Inoltre, il litio tende ad avere un effetto stabilizzante sull'umore, per cui viene definito "stabilizzatore dell'umore". Ciò significa che una persona che lo assume avrà un umore più equilibrato e regolare e avrà meno probabilità di sperimentare gli alti associati alla mania e i bassi associati alla depressione.

Va notato che alcune persone non avvertono alcun "sintomo di astinenza" quando smettono di assumere il litio. Questo è relativamente normale se si considera che il litio stesso non ha grandi proprietà di assuefazione il che significa che può essere interrotto senza grandi sintomi di astinenza.
Il problema principale associato alla brusca interruzione del litio è una ricaduta dei sintomi, come mania o ipomania. A parte la possibilità di una ricaduta, non ci sono "sintomi" importanti che possano essere attribuiti all'astinenza da Litio. Va notato che in alcuni casi i sintomi fisici potrebbero essere effetti collaterali che perdurano da quando si stava ancora assumendo il farmaco, sintomi che però dovrebbero attenuarsi con il tempo.

Tuttavia in uno studio di revisione della letteratura del 2021 pubblicato su Psychiatrische Praxis (PMID: 34015856), i ricercatori hanno scoperto che un certo numero di sintomi possono comparire ma che la comparsa dei sintomi non dipende dal disturbo primario per il quale il litio è stato iniziato quanto piuttosto da suscettibilità/predisposizioni individuali e dalla eccessiva velocità di sospensione del farmaco.
I sintomi più frequentemente riportati in questa revisione della letteratura sono stati

  • l'irritabilità,
  • l'irrequietezza e agitazione,
  • sintomi somatici come vertigini, capogiri o stordimento.

Va detto che i sintomi si sono manifestati entro la prima settimana e sono stati generalmente lievi e auto-limitati nel giro di poche settimane.

A seconda della quantità e della durata del consumo di litio, i sintomi di astinenza possono manifestarsi in modo diverso per ogni individuo. Alcune persone possono manifestare l'insorgenza di sintomi quali mal di testa, tremori, sudorazione, prurito, nausea, vomito, diarrea, febbre e confusione associata a ansia.

Per questo motivo personalmente indico sempre ai miei pazienti, quando necessario alla cura, di procedere gradualmente alla riduzione del litio. L'interruzione graduale è stata collegata a tassi più bassi di "ricaduta" dei sintomi durante nel periodo successivo alla interruzione del litio.

Infatti la maggior parte delle prove suggerisce che il modo più sicuro per smettere di assumere il litio è quello di farlo gradualmente, nell'arco di settimane.

In conclusione per risponderle i sintomi da astinenza da litio possono scomparire nell'arco di qualche settimana e soprattutto possono essere evitati o attenuati moltissimo con un'attenta e progressiva riduzione della dose portata avanti sempre sotto controllo medico.

Un cordiale saluto

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta