Dipendenza da Tramadolo

Dipendenza da Tramadolo

Alberto asked 3 mesi ago

Salve,

ho visto questo forum e ne approfitto per una semplice domanda.

Ho una storia alle spalle di dipendenza da TRAMADOLO, ho iniziato all'età di 16 anni assumendo 70 erogazioni, ogni erogazione sono 5 gocce quindi circa 350, la situazione è andata avanti degenerando fino ad arrivare a 150/200 erogazioni al giorno. Attualmente con molta difficoltà sono riuscito ad arrivare a 0,sono in cura presso il SerD dove assumo 10 mg di BUPRENORFINA e sto meglio.

Ho dovuto affidarmi a loro perchè una volta terminato lo scalaggio moralmente ero uno straccio, apatico e anedonia.

La mia domanda è la seguente: sintomi fisici e mentali non ne ho più data anche la copertura con il SUBUTEX, ma noto che saltuariamente con anche solo 50 gocce di TRAMADOLO l'umore mi si risolleva.

E' possibile che i recettori della serotonina/noradrenalina siano in deficit?

La copertura oppiacea c'è ma non capisco perché mi sono sentito meglio prendendo quelle poche gocce a livello di umore.

Come posso risolvere il problema senza ricaderci?

Grazie mille

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 2 mesi ago

Gentile Alberto,

leggendo la sua testimonianza mi sono chiesto come sia stato possibile che a 16 aa già assumesse 350 gocce di TRAMADOLO. Dove erano i suoi genitori?

Il TRAMADOLO è un   oppiaceo di sintesi come la morfina ma adifferenza di quest'ultima non agisce solamente sui recettori del dolore, μ (recettore mu), ma anche sui recettori presinaptici noradrenergici e serotoninergici, impedendo di fatto la ricaptazione di noradrenalina e serotonina. Questo spiega il suo effetto antidepressivo. 
Per questo suo effetto combinato antidolorifico e serotoninergico, viene anche utilizzato nella cura della cefalea. 
Ma attenzione un sovradosaggio di TRAMADOLO può comportare rischio doppi: non solo come tutti gli oppiacei può portare a depressione dei centri respiratori e a coma, ma anche allo sviluppo di una sindrome nota come sindrome serotoninergica dovuta a eccessivo accumulo di serotonina nelle sinapsi. 

Se come dice ha smesso di utilizzarlo, bisognerebbe capire come mai lo impiega ancora a dosaggi di 50 gocce: sta forse dicendo tra le righe che sta ricadendo? Come si è procurato il farmaco?

Deve sapere che per sostenere l'umore esistono farmaci specifici che possiedono un effetto serotoninergico o noradrenergico puro o combinato, detti appunto antidepressivi, che le permetterebbero di curarsi senza dover ricorrere al TRAMADOLO!

Deve solo chiarirsi dentro di sé se preferisce andare avanti cosi, sulla strada della dipendenza, o curarsi davvero. E quindi chiedere aiuto.

Un cordiale saluto
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta