Pscoterapia online per anziana di 92 anni?

Pscoterapia online per anziana di 92 anni?

Forum Domande & RisposteCategoria: Depressione nell'AnzianoPscoterapia online per anziana di 92 anni?
Paola asked 1 anno ago

Buongiorno,
scrivo per mia madre di 92 anni che soffre di depressione senile.

Vive con una badante non essendo più autosufficiente dopo che 5 anni fa ha rotto il femore ...adesso si muove solo per brevi tratti con deambulatore. Noi siamo 3 figli che comunque la vediamo costantemente ogni giorno, quindi diciamo che non è abbandonata a se stessa.....

In questi ultimi mesi ha sempre il pensiero della morte e il medico curante ci ha detto che è depressione senile. Da anni prende 1 ZOLOFT al giorno. In più da un anno prende 1 QUETIAPINA da 25 mg la sera per dormire.

Volevo chiedere se può essere utile la psicoterapia e se si possono fare con sedute online.

Ovviamente però per il collegamento e la durata della seduta dovrei esserci presente anche io non essendo capace mia mamma di usare il pc....

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 1 anno ago

Gentile Sigra Paola,

comprendo molto bene la vostra apprensione per la situazione e certamente potrebbe essere utile una consulenza e una seconda opinione sulle cure in atto.

La grande età di sua madre, che per questo appratitene di diritto alla categoria dei "grandi anziani fragili", mi porta però a suggerire un approccio più supportivo che non invece elaborativo come potrebbe essere una psicoterapia. Per esperienza nelle persone molto anziane e con gravi limitazioni fisiche o disabilità paga di più un approccio psicoeducativo e di supporto alla disabilità che non altro.

Questo può voler dire intervenire con uno scopo concreto e ben definito e condiviso con la paziente, significa intervenire con finalità riabilitative anche sul corpo e le sue disabilità, significa ricollocare la persona in un contesto!

La vecchiaia e la malattia "uccidono" anzitempo perchè privano il soggetto dei suoi punti di riferimenti, del suo contesto!

Curare e alleviare il dolore significa cercare di ricreare e ridonare un orizzonte di senso e quindi un contesto emotivo, affettivo, relazionale e temporale alla persona. Tutte cose che i farmaci per definizione non possono fare da soli.

Se decidete di fare un consulto online, si ricordi di portare gli auricolari per entrambe!

Cordiali saluti
Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta