Depressione Maggiore, quanto continuare la cura?

Depressione Maggiore, quanto continuare la cura?

Forum Domande & RisposteCategoria: Depressione e Disturbo Bipolare dell'UmoreDepressione Maggiore, quanto continuare la cura?
Pasqualino asked 2 anni ago

Salve,

due anni fa sono andato in depressione.

Lo psichiatra mi ha prescritto ANAFRANIL 2 compresse da 25 mg e 225 mg di VENLAFAXINA e DEPAKIN da 300mg.

Sono 2 anni che faccio questa terapia.

Ho fatto presente al mio psichiatra che ero migliorato leggermente, ma ad oggi  è come se fosse che la cura non fa più effetto.

Mi ha detto di continuare così.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 1 anno ago

Gentile Pasqualino,

mi dispiace che non stia riscontrando un miglioramento significativo con il suo attuale regime di farmaci.
E' noto che la risposta ai farmaci antidepressivi possa variare da persona a persona, e talvolta potrebbe essere necessario aggiustare le dosi o provare farmaci diversi per trovare la combinazione più efficace per il trattamento della depressione. Se sente che la sua terapia attuale non è più efficace o non sta rispondendo come desidera, è importante comunicarlo al suo medico e discutere delle possibili alternative.

In generale le linee guida per il trattamento della terapia prevedono un minimo di 6 mesi di cura per il primo episodio, 1 anno al secondo episodio e una cura a tempo indefinito nel caso di episodi ricorrenti. Questo per prevenire le ricadute e l'insorgenza di nuove crisi o episodi depressivi.

Ci sono diverse opzioni che il suo medico potrebbe prendere in considerazione se la cura non risulta efficace, essenzialmente basate sull'implementazione di strategie di augmentation ovvero di potenziamento (farmacologico o non), come:

  1. Aumentare la dose dei farmaci attuali: A volte, un aumento della dose potrebbe essere utile per migliorare la risposta al trattamento.
  2. Cambiare farmaco: Se non si ottiene un miglioramento sufficiente con l'attuale regime di farmaci, si potrebbe considerare di sostituirli con altri farmaci che potrebbero essere più efficaci nel suo caso specifico.
  3. Utilizzare altri farmaci di  potenziamento come neurolettici di seconda generazione o altri antidepressivi. Da quest'anno anche in Italia è disponibile Esketamina, una molecola antidepressiva ad uso ospedaliero riservata ai pazienti farmaco resistenti ad almeno due linee di trattamento.
  4. Psicoterapia: La terapia farmacologica può essere affiancata o sostituita dalla terapia psicologica che è stata dimostrata efficace nel trattamento della depressione.
  5. Le terapia biologiche come TMS o la ECT o la Terapia di esposizione alla luce brillante

Quindi per risponderle, la durata della cura dipende dalla situazione clinica nella quale si trova e dalla sua storia di malattia.

Un cordiale saluto

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta