XANAX e SEREUPIN per la cura dell’ansia

XANAX e SEREUPIN per la cura dell’ansia

Forum Domande & RisposteCategoria: Disturbi d'Ansia e Attacchi di PanicoXANAX e SEREUPIN per la cura dell’ansia
Francesco asked 4 mesi ago

Duongiorno dottore,

da anni prendo SEREUPIN per la mia ansia e spesso negli anni ho usato anche lo XANAX 0.25 al bisogno.

Ultimamente ogni tanto ne uso 0.5 mg.

Devo dire che stavo bene e stavo tranquillo solo con lo xanax, ultimamente mi ritrovo a doverlo prendere più spesso,
possibile che dopo anni il SEREUPIN  non faccia più il suo "lavoro". Ora ho iniziato una psicoterapia.

Grazie mille

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Risposte
dr Federico Baranzini Staff answered 3 mesi ago

Gentile Francesco,

la situazione che descrive è piuttosto comune per chi assume da tempo farmaci ansiolitici e benzodiazepine come lo Xanax (alprazolam). Spesso, dopo un iniziale buon controllo dell'ansia, può accadere che si sviluppi una sorta di assuefazione o tolleranza a questi farmaci, rendendo necessario un graduale aumento dei dosaggi per ottenere lo stesso effetto.

Il Sereupin (paroxetina) è un antidepressivo SSRI che viene utilizzato nel trattamento dei disturbi d'ansia, ma il suo meccanismo d'azione è diverso dalle benzodiazepine e può non essere sufficiente da solo in caso di ansia severa o crisi acute.

Avere iniziato un percorso psicoterapeutico è sicuramente un passo nella giusta direzione, in quanto la psicoterapia si è dimostrata molto efficace per il trattamento dei disturbi d'ansia, affiancata ovviamente da un adeguato supporto farmacologico.

Le consiglierei di parlarne apertamente con il suo medico di questa situazione di aumento del bisogno di ricorrere allo Xanax. Potrebbe essere necessario rivedere il dosaggio o eventualmente cambiare molecola dell'antidepressivo, associandolo magari con un ansiolitico non benzodiazepìnico. O forse è accaduto qualcosa nella sua vita di recente che spiega il maggiore bisogno di ansiolitico: una rottura sentimentale, un trasloco, stress lavorativo, questioni famigliari... possono essere diverse le cause sottostanti. .
Non esiti a chiedere ulteriori chiarimenti al suo medico. Con un approccio terapeutico integrato tra farmaci, psicoterapia e stile di vita sano, sono fiducioso che riuscirà a gestire meglio l'ansia e a diminuire il ricorso alle benzodiazepine.

La rassicuro che sintomi di questo tipo sono molto comuni e affrontabili con la giusta strategia di cura personalizzata. Mi auguro possa presto stare meglio.

Cordiali saluti.

Federico Baranzini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta