PTSD Disturbo Post Traumatico da Stress

PTSD o Disturbo Post Traumatico da Stress
PTSD o Disturbo Post Traumatico da Stress

La maggior parte delle persone che attraversano eventi traumatici possono avere difficoltà temporanee ad adattarsi e ad affrontare la situazione, ma con il tempo e una buona auto-cura, di solito migliorano. Se i sintomi peggiorano, durano per mesi o addirittura anni, e interferiscono con il vostro funzionamento quotidiano, potreste avere il PTSD.

Il Disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è una condizione di salute mentale che è innescata da un evento terrificante – sia viverlo che esserne testimoni. I sintomi possono includere flashback, incubi e grave ansia, così come pensieri incontrollabili sull’evento.

Ottenere un trattamento efficace dopo lo sviluppo dei sintomi del PTSD può essere fondamentale per ridurre i sintomi e migliorare il funzionamento.

E’ molto importante cercare di intervenire tempestivamente perchè la prognosi migliora molto se le cure vengono avviate in tempo. Se credi di soffrire di attachi di ansia acuta o di vero o proprio panico o un tuo familiare ne soffre, prendi l’iniziativa e contatta uno specialista per valutare la necessità di una terapia mirata! Contattami ora o fissa direttamente un appuntamento!

Sintomi del PTSD

I sintomi del disturbo post-traumatico da stress possono iniziare entro un mese da un evento traumatico, ma a volte i sintomi possono non apparire fino ad anni dopo l’evento. Questi sintomi causano problemi significativi in situazioni sociali o lavorative e nelle relazioni. Possono anche interferire con la capacità di svolgere le normali attività quotidiane.

I sintomi del PTSD sono generalmente raggruppati in quattro tipi: ricordi intrusivi, evitamento, cambiamenti negativi nel pensiero e nell’umore, e cambiamenti nelle reazioni fisiche ed emotive. I sintomi possono variare nel tempo o variare da persona a persona.

  • Ricorrenti e indesiderati ricordi dell’evento traumatico
  • Rivivere l’evento traumatico come se stesse accadendo di nuovo (flashback)
  • Sogni sconvolgenti o incubi sull’evento traumatico subito
  • Grave stress emotivo o reazioni fisiche a qualcosa che ricorda l’evento traumatico
  • Cercare di evitare di pensare o parlare dell’evento traumatico
  • Evitare luoghi, attività o persone che ti ricordano l’evento traumatico
  • Pensieri negativi su se stessi, su altre persone o sul mondo
  • Disperazione per il futuro
  • Problemi di memoria, incluso il non ricordare aspetti importanti dell’evento traumatico
  • Mancanza di interesse per le attività che una volta ti piacevano
  • Difficoltà a provare emozioni positive
  • Sentirsi emotivamente insensibile
  • Essere facilmente sorpreso o spaventato
  • Stare sempre in guardia dal pericolo
  • Comportamento autodistruttivo, come bere troppo o guidare troppo velocemente
  • Problemi a dormire
  • Problemi di concentrazione
  • Irritabilità, scoppi d’ira o comportamento aggressivo
  • Senso di colpa opprimente o vergogna
  • Difficoltà a mantenere relazioni strette
  • Sensazione di distacco dalla famiglia e dagli amici
Se credi di ritrovarti in quanto leggi e ritieni di poter avere dei sintomi di PTSD, allora scrivimi attraverso il Forum del sito. Invece se hai urgenza chiamami direttamente per un consulto!

Quando vedere un medico

Se hai pensieri e sentimenti inquietanti su un evento traumatico per più di un mese, se sono gravi, o se senti di avere difficoltà a riprendere il controllo della tua vita, parla con il tuo medico o con un professionista della salute mentale. Farsi curare il prima possibile può aiutare a evitare che i sintomi del PTSD peggiorino.

I sintomi degli attacchi di panico possono anche assomigliare ai sintomi di altri problemi di salute, come un attacco di panico, quindi è importante farsi valutare dal proprio medico se non si è sicuri della causa dei propri sintomi.

Complicazioni del PTSD

Il disturbo da stress post-traumatico può sconvolgere tutta la tua vita – il tuo lavoro, le tue relazioni, la tua salute e il tuo piacere delle attività quotidiane.

Avere il PTSD può anche aumentare il rischio di altri problemi di salute mentale, come: Depressione e ansia, Problemi di uno di droghe o alcol, Disturbi alimentari, Pensieri e azioni suicide.

Terapia del PTSD

L’obiettivo del trattamento del PTSD è quello di ridurre i sintomi emotivi e fisici, migliorare il funzionamento quotidiano e aiutare la persona a gestire meglio l’evento che ha scatenato il disturbo.

I principali trattamenti per le persone con PTSD sono i farmaci, la psicoterapia o entrambi. Ognuno è diverso e il PTSD colpisce le persone in modo diverso, quindi un trattamento che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un’altra. È importante che chiunque soffra di PTSD sia trattato da un esperto in PTSD. Alcune persone con PTSD potrebbero aver bisogno di provare diversi trattamenti per trovare quello che funziona per i loro sintomi.

Non cercate di gestire il peso del PTSD da solo.

Psicofarmaci

Il tipo di farmaco più studiato per il trattamento del PTSD sono gli antidepressivi, che possono aiutare a controllare i sintomi del PTSD come la tristezza, la preoccupazione, la rabbia e il sentirsi insensibili. Altri farmaci possono essere utili per il trattamento di sintomi specifici del PTSD, come i problemi di sonno e gli incubi.

Tra gli psicofarmaci utilizzati troviamo:

  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) come citalopram, fluvoxamina, fluoxetina, paroxetina e sertralina. Questi farmaci possono aiutare i sintomi della depressione e dell’ansia. Possono anche aiutare a migliorare i problemi di sonno e di concentrazione.
  • Antidepressivi triciclici come l’amitriptilina e l’isocarboxazide
  • Stabilizzatori dell’umore come valproato e lamotrigina
  • Antipsicotici atipici come l’aripiprazolo e la quetiapina
  • Farmaci ansiolitici. Questi farmaci possono alleviare l’ansia grave. Alcuni ansiolitici hanno un potenziale d’abuso, quindi devono essere generalmente usati per brevi periodi.

Anche alcuni farmaci per la pressione sanguigna sono talvolta utilizzati per controllare particolari sintomi:

  • Prazosina per gli incubi
  • Clonidina per il sonno
  • Propranololo per aiutare a minimizzare la formazione di ricordi traumatici

Psicoterapia

La psicoterapia per il PTSD consiste nell’aiutare la persona a imparare abilità per gestire i sintomi e sviluppare modi per far fronte alla situazione. La terapia mira anche a insegnare alla persona e alla sua famiglia il disturbo e ad aiutare la persona a lavorare attraverso le paure associate all’evento traumatico.

La terapia psicodinamica si focalizza sull’aiutare la persona a prendere in considerazione i propri vissuti e i conflitti emotivi causati dall’evento traumatico.

L’Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR) è una forma complessa di psicoterapia. L’EMDR combina la terapia dell’esposizione con una serie di movimenti oculari guidati che aiutano ad elaborare i ricordi traumatici e a cambiare il modo in cui si reagisce ad essi. E’ stata inizialmente progettata per alleviare l’angoscia associata a ricordi traumatici e ora è anche usata per trattare le fobie e il PTSD.

Al giorno d’oggi questa malattia è curabile! E’ però necessario rivolgersi ad uno Specialista! Contattami o fissa un appuntamento per conoscere come l’applicazione di un protocollo integrato di farmacoterapia di terza generazione e psicoterapia, possono progressivamente “smantellare” la malattia e restituire la vita!

La Stimolazione Magnetica Transcranica per il DOC

Circa il 70% delle persone con OCD sperimenteranno almeno qualche beneficio dalla psicoterapia, dai farmaci o da una combinazione …

Differenza tra il DOC e il Disturbo di Personalità Ossessivo Compulsivo

Se il DOC e il Disturbo di Personalità Ossessivo sono forme distinte di malattia con le loro caratteristiche uniche e specifiche, …

Cosa causa il DOC?

Vi sono diverse teorie sul perché il Disturbo Ossessivo si sviluppa. Nessuna di queste teorie può spiegare completamente …